Giulia Spernazza

Giulia SpernazzaGiulia Spernazza nasce a Roma il 23 Marzo 1979. Nel 1998 consegue il diploma di Liceo Artistico Sperimentale presso il IV liceo artistico “A.Caravillani” di Roma e nel 2003 si iscrive alla scuola di decorazione del prof. Celestino Ferraresi presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

Ad aprile 2008 consegue la laurea in decorazione con la tesi in storia dell’arte “Felice Casorati, lo spazio malinconico” (Relatore Anna Maria Damigella), votazione raggiunta 110/110 con lode.

A novembre 2008 inaugura lo Studio di Pittura, Scultura e Incisione “Evasioni” (via dè delfini 23 Roma), una sorta di Galleria-Laboratorio dove l’Artista lavora ed espone le sue opere .

Tra le esposizioni nel 2010 partecipa alla Mostra Collettiva d’Arte Moderna e Contemporanea “Bouquet des Artistes” presso il Margutta Design Jewelry (via Margutta), curata da Sandro Sabatini e Giuseppe Massimini e alla Mostra Collettiva di Scultura della manifestazione “Sfilare nell’Arte”, curata da Riccardo Pinto e Viola Cinti, presso il locale Akab di Roma.

Sempre nel 2010 partecipa alla Mostra Collettiva di Pittura “Artisti creano tra anima e cuore” presso la Galleria Elle Arte contemporanea (Roma), curata da Elettra Porfiri e Letizia Cortini e nel 2009-2010 partecipa alla Mostra Collettiva d’Arte Contemporanea “Che palle” presso il Margutta RistorArte, curata da Daniele Arzenta e Giorgia Calò.
Nel 2009 partecipa alla Mostra Collettiva di Pittura “Gli artisti della Galleria”, presso la Galleria Elle Arte Contemporanea ( Roma ) a cura di Elettra Porfiri e alla Mostra Internazionale per il 20° anniversario della caduta del muro di Berlino presso la Sala Haworth (Roma), promoter l’Accademia Internazionale La Sponda.

Partecipa col la Galleria Gaudì (Madrid) a “Kunstart 09”, la 6° Fiera Internazionale di Arte Moderna di Bolzano e alla Mostra Collettiva Internazionale di Arte Contemporanea “Spazio, tempo, materia”, presso “Il caffè letterario” di Roma, curata dal Critico e Storico dell’Arte Sabrina Falzone.

Nel 2008 viene selezionata per la IV edizione della mostra d’Arte giovanile “Artefatto2008/bliz estetico”, presso la sala Umberto Veruda di Palazzo Costanzi di Trieste e tiene una mostra personale di Pittura ed Incisione presso la sala espositiva comunale di Ladispoli (Roma), curata dal critico d’arte Filippo Conte. Sempre nel 2008 viene selezionata per il Concorso Internazionale di Pittura, Scultura e fotografia “Premio ARTEINGENUA 2008”, Brescia.

Nel 2007 partecipa alla XXIX Rassegna Internazionale di Pittura “ bice Bugatti “ di Nova Milanese (MI) e viene selezionata per la III edizione del Premio Nazionale di Pittura “città di Fondi. Nel 2006 alla mostra “ Il linguaggio della decorazione”, presso la sala espositiva del negozio di Belle Arti Vertecchi, Roma e nel 2005 viene selezionata per la III edizione del Premio delle Arti con progetto per l’obelisco di axum.

DICONO DI ME…. :
L’estro compositivo e la razionalità in sintesi perfetta con l’armonia costituiscono l’arte tecnico.pittorica della giovane artista Giulia Spernazza. L’abilità dell’artista è quella di aver saputo mediare, omaggiare, ma allo stesso tempo far suo e ed ancora ricreandolo ciò che ha magari veduto, studiato.

I componimenti pittorici di Giulia Spernazza sono riconoscibili facilmente, per quella statica, ma personalissima gamma di cromie che sembrano raggelare l’ambiente circostante, creando così una situazione di torpore, attesa, silenzio ove le immagini, i busti in primo piano dipinti, assumo la piena valenza di opere scultore. Sembra quasi che l’artista ci regali dei trompe l’oeil, ma è molto di più di questo: nell’arte pittorica di Giulia Spernazza si respira tutto intera la splendida stagione Novecentista da Sironi a Martini, certo si allontana dal loro caro canone “Spazio-Volume”, difatti l’artista, con abilità personale, si può certamente dire anche che è riuscita a creare non solo una mera rappresentazione-omaggio-ricordo di questi grandi artisti, ma ha saputo con i suoi mezzi pittorici e tecnici di creare quasi scenografie e soprattutto figure del nostro tempo quotidiano: corpi scarni, quasi effimeri alla ricerca di una bellezza corporea distorta.
In molti lavori del resto poi si avverte l’incontro con il superlativo artista Felice Casorati, però quello del periodo torinese fatto appunto di silenzi, metafisiche.

Certamente l’arte pittorica di Giulia Spernazza si presenta attenta ed è innovativa e sarà un’arte di interesse, ma sarà forse maggiormente apprezzata da un pubblico attento, di conoscitori della vera Arte.

[Storica dell’Arte Valeria s.Lombardi – da www.equilibriarte.net/spernazza]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...